Login   |   Registrati
Indietro

Gender Bender Festival 2020

Aut Out

Festival/Eventi
Luogo
ufficio stampa Valerio De Luca
piazza sciascia 6
Roma (RM)
Quando
Dal 07/09/2020 al 18/09/2020
Genere
Varie

Gender Bender Festival 2020 – Aut Out

GENDER BENDER, DICIOTTESIMA EDIZIONE ALL’APERTO

Dal 7 al 18 settembre danza, cinema, workshop

e incontri al Parco del Cavaticcio di Bologna

Dodici giorni di danza, cinema, incontri e laboratori all’aperto, immersi nel verde urbano del parco del Cavaticcio: è questa la formula della diciottesima edizione di Gender Bender, il festival multidisciplinare prodotto dal Cassero LGBTI Center di Bologna, in programma dal 7 al 18 settembre nel capoluogo emiliano.
Vista la limitazione dei voli, sarà eccezionalmente un'edizione con una ridotta dimensione internazionale. Undici le compagnie confermate per la sezione danza: la coreografa italo-giapponese Masako Matsushita, con il suo Today, riflessione sull’impatto che la sovrapproduzione di informazioni genera sui nostri corpi; Fabio Liberti, che nel suo Don’t, Kiss, partendo dal bacio tra due uomini esplora le dinamiche di potere e dipendenza all’interno di una relazione; Carlo Massari e la C&C Company con Les Miserables, rappresentazione spietata, tra il pop e il glam, degli stereotipi della nostra contemporaneità; Silvia Gribaudi, che torna a Gender Bender con il suo nuovo spettacolo, Graces, in una versione totalmente rinnovata a causa delle norme sul covid-19; debutterà in prima assoluta a Gender Bender Corpi Elettrici, il progetto che il festival ha messo in campo, assieme al Conservatorio G.B. Martini di Bologna durante il lockdown: cinque coreografi e coreografe del Collettivo MINE rivisitano il progetto interpretando sul palco i brani creati appositamente da venti studenti e studentesse della Scuola di musica elettronica del Conservatorio di Bologna; Daniele Ninarello con NOBODY, NOBODY, NOBODY. It’s ok not to be ok, un discorso danzato che indaga le violenze del corpo bullizzato; Luna Cenere che con Kokoro porta in scena la trasformazione del corpo nudo attraverso le suggestioni della musica, delle luci e del movimento nello spazio; Adriano Bolognino che ispirandosi al calco de Gli amanti ritrovato a Pompei e risalente al 79 d.C., ha creato una performance omonima che sfida il tempo per donare agli spettatori il sogno di un amore assoluto; Andrea Costanzo Martini con What happened in Torino?, partitura che il coreografo – attualmente a Tel Aviv, perciò impossibilitato ad accogliere l’invito del festival – ha trasmesso a Francesca Foscarini attraverso un percorso di webinar; Riccardo Guratti con Intuition 1, un rituale di liberazione per riscoprire la potenzialità dei corpi e dello spazio; Alessandro Sciarroni che realizza Dialogo Terzo: In a Landscape per CollettivO CineticO, la compagnia diretta da Francesca Pennini, ispirandosi all’omonimo brano di John Cage, eseguito sulla scena dal performer e musicista Stefano Sardi.



Contatti

Infoline: 3939482876

Sito web: www.genderbender.it



Ti potrebbe anche interessare:

Santarcangelo Festival - 50a edizione - fino al 31 luglio

Santarcangelo Festival - 50a edizione - fino al 31 luglio

Romaeuropa Festival 2020

Romaeuropa Festival 2020

Cross Festival 2020 - dal 9 luglio al 26 settembre

Cross Festival 2020 - dal 9 luglio al 26 settembre

Macinare cultura - fino al 27 settembre

Macinare cultura - fino al 27 settembre