Login   |   Registrati
Indietro

Inequilibrio2021- 24esima edizione

Festival/Eventi
Luogo
Rosignano Marittimo/Castiglioncello (LI)
Quando
Dal 23/06/2021 al 04/07/2021
Genere
Danza

Inequilibrio2021- 24esima edizione –

Dal 23 giugno fino al 4 luglio torna il festival Inequilibrio nella sua nuova edizione diffusa che si dipanerà da Rosignano Marittimo a Castello Pasquini di Castiglioncello (LI) ospitando 30 compagnie con 12 prime nazionali, tra danza, teatro, musica e digital performance. Punto di riferimento nel panorama nazionale della scena contemporanea e dal forte respiro internazionale, grazie ai numerosi progetti condivisi negli anni con importanti realtà europee ed extraeuropee, quest’anno Inequilibrio in risposta ad una progettualità che sul piano internazionale si è vista costretta alla frammentazione, ospiterà alcune formazioni estere, tra queste la coreografa e danzatrice israeliana Meytal Blanaru, residente in Belgio, con la prima nazionale di Rain e T.H.E. Company (The Human Expression dance Company), compagnia di Singapore che già l’anno scorso doveva essere al festival, ma che non ha potuto partecipare per la pandemia e che quest’anno sarà a Inequilibrio in formato virtuale con lo spettacolo PheNoumenoum 360° Immersive Virtual reality (VR). L’intenzione della direzione con questa scelta è quella di “guardare al futuro ridefinendo il diritto ad abitare i luoghi fisicamente e non solo virtualmente.- affermano i condirettori Angela Fumarola e Fabio Masi- Molti degli artisti presenti sono riusciti a portare a termine i loro lavori, grazie alla preziosa pratica delle Residenze Creative che pur nell’isolamento del tempo che abbiamo recentemente vissuto, Armunia ha garantito negli spazi di Rosignano Marittimo, confermando la vocazione di Inequilibrio come luogo di restituzione di pratiche. Inoltre tra le produzioni presenti, molte sono quelle generate da nuovissime formazioni, che confermano la propensione di Inequilibrio ad essere luogo protetto dove provare linguaggi tra cui anche quelli del digitale- proseguono Fumarola e Masi- Siamo stati infatti connessi e iperconnessi, abbiamo avuto accesso all’infinito potenziale transmediale, per questo il festival, si spingerà anche nella realtà virtuale spostando il pubblico altrove pur restando dentro un luogo che è radice, Castello Pasquini, di nuovo abitato da azioni umane.  Un focus dedicato al gesto comico nella danza, sarà l’inedito attraversamento che metterà a confronto linguaggio coreografico e funzione catartica del comico.”
Il coreografo e danzatore
Giuseppe Muscarello con il musicista Pino Basile debutterà a Inequilibrio con Lo sbernacchio del bubbù, Silvia Gribaudi regalerà al pubblico con A CORPO LIBERO SPECIAL #rideresenzavergogna una sua interpretazione del senso comico che la vedrà in scena con Nicola Simone Cisternino.
Opera Bianco presenterà JUMP! Concept, coreografia e regia di Marta Bichisao e Vincenzo Schino con i performer Samuel Nicola Fuscà, C.L. Grugher, Luca Piomponi, Simone Scibilia. Opera Bianco proporrà anche il video FIRST AND SECOND CLOWN + PHANTASMATA. Un momento di riflessione sul senso del comico che accomuna queste tre formazioni, è previsto domenica 27 giugno quando saranno chiamati a confrontarsi tre studiosi: Alessandro Pontremoli, Gaia Clotilde Chernetich ed Enrico Piergiacomi, con gli artisti Muscarello, Gribaudi, Bichisao e Schino. Inequilibrio si aprirà però con la prima nazionale coprodotta da Armunia, Abbondanza/Bertoni e Nerval Teatro:  DOPPELGÄNGER Chi incontra il suo doppio, muore che sancisce il singolare incontro, avvenuto proprio grazie ad Armunia, tra Michele Abbondanza, Antonella Bertoni e Maurizio Lupinelli,  la “prima volta” di una collaborazione tra due nuclei artistici differenti che si incontrano nel solco tra arte e diversità, portando reciprocamente la propria esperienza e poetica della scena che, pur nella lontananza del segno, si alimenta e sviluppa attraverso la medesima sensibilità e passione. Il doppio, la dualità come differenza, l’opposto che dà origine al mistero: questo lavoro parla e dà forma soprattutto all’incontro tra i corpi dei due interpreti, Francesco Mastrocinque, attore con disabilità, appartenente all'esperienza del Laboratorio Permanente di Nerval Teatro e Filippo Porro, danzatore. Chiara Bersani artista e attivista nell’ambito delle Performing Arts, del teatro di ricerca e della danza contemporanea proporrà nella sala del Ricamo, a Castello Pasquini per pochi spettatori, un site specific dal pomeriggio alla sera. Tre le serate realizzata in collaborazione con il Network Anticorpi XL: la prima sarà con Stefania Tansini e La grazia del terribile, selezionato per la Vetrina della giovane danza d’autore 2020 insieme a Martina Gambardella con #ERROR, la seconda vedrà protagonista Pablo Girolami con IVONA e a seguire con la versione estesa di MAMBHUSA, mentre la terza vedrà protagonista Nicola Simone Cisternino con Jari Boldrini e Sara Sguotti in Sobotta-the square. Habillé D’eau presenterà ABSTRACT – UN’ AZIONE CONCRETA, ideazione e regia Silvia Rampelli con Alessandra Cristiani, Eleonora Chiocchini e Valerio Sirna. Giovanna Velardi eseguirà insieme a Federico Brugnone una performance originale e coinvolgente I BROKE THE ICE AND SAW THE ECLIPSE, in cui i codici della danza contemporanea si mescolano a quelli della parola d’amore. Il duo Panzetti Ticconi che vive e lavora a Berlino, porterà a Inequilibrio Ara! Ara! Spettacolo con cui sarà alla Triennale di Milano a luglio. Aline Nari con il musicista e cantante Marco Mustaro, nel parco del Castello Pasquini proporranno CARE SELVE in cui danza-canto-suono-parola testimoniano il desiderio di comunione con la natura. Chiude nell’area piazza di Castello Pasquini, Daniele Ninarello con un site specific pensato per Inequilibrio: Lecture Performance Pastorale/Site specific.

 






Ti potrebbe anche interessare:

Festival Exister_21

Festival Exister_21

La danza nel Bicentenario dell’Accademia Filarmonica Romana

La danza nel Bicentenario dell’Accademia Filarmonica Romana

Off Label: 12^ edizione per la rassegna per una nuova danza

Off Label: 12^ edizione per la rassegna per una nuova danza

Lo Schiaccianoci

Lo Schiaccianoci