Giardino delle Esperidi Festival

Giardino delle Esperidi Festival, dedica il terzo weekend di programmazione al teatrodanza ospitando in prima nazionale gli spettacoli My Odissey (sabato 7 luglio), della performer danese Tilde Knudsen, e Let’s Dance (domenica 8 luglio), della compagnia ceca Verte Dance, una delle più divertenti formazioni di teatrodanza europee. Viene inoltre presentato in anteprima TRIEB_L’indagine di Chiara Ameglio, prodotto da Fattoria Vittadini e Campsirago Residenza.

 

Programma:

Sabato 7 luglio alle ore 18, 19 e 24, a Campsirago, Chiara Ameglio presenta l’anteprima di TRIEB_L’indagine, nuovo progetto di teatrodanza di Fattoria Vittadini e Campsirago Residenza sul tema delle mostruosità che si nascondono in ciascuno di noi. Partendo da Il minotauro di F. Dürrenmatt, la danzatrice riflette sul dramma personale della vita di ogni uomo, sui nostri demoni interiori e sulla rabbia che può condurre alla vendetta e all’omicidio. Riflettendo sul concetto di unicità e complessità della persona, sulla coesistenza di luce e ombra in ogni identità, lo spettacolo narra l’esperienza di una liberazione e di un’ammissione. Per Il Giardino delle Esperidi Festival, viene proposta un’anteprima di 25 minuti in forma di site-specific, nell’ex macelleria del quattrocentesco Palazzo Gambassi: una stanza abbandonata, una perfetta tana del mostro, il centro del labirinto, la scena del crimine. La rappresentazione alle Esperidi, a cui potranno accedere solo 30 spettatori per volta, sarà un’occasione unica per assistere a una messa in scena che non avrà palcoscenico a dividere spettatore e artista.

 

Alle 21.15, Tilde Knudsen, una delle più grandi performer danesi, torna sul palcoscenico delle Esperidi con la prima nazionale di My Odissey: Tilde fonde in modo straordinario teatro fisico, danza e improvvisazione per raccontare i momenti più emozionati dell’Odissea: l’incontro di Ulisse con il Ciclope, con le sirene, con l’arte della seduzione di Circe e, infine, il ritorno da Troia a Itaca. Nato dal progetto “Meeting the Odissey”, di cui Campsirago Residenza è stata tra gli ideatori, lo spettacolo è anche la narrazione dell’incredibile esperienza di tre anni di viaggio, che hanno portato Tilde a navigare da San Pietroburgo al Mar Egeo, incontrando rifugiati afgani e siriani, facendosi raccontare le loro storie e indagando la discordia e la speranza che divide e unisce noi europei. La regia è di Peter Kirkd e lo spettacolo è prodotto da Asterions Hus.

 

Domenica 8 luglio, alle ore 18 e 19, torna in replica TRIEB_L’indagine di Chiara Ameglio e alle ore 21 va in scena la prima nazionale di Let’s Dance della regista ceca Petra Tejnorová. Per la seconda volta alle Esperidi torna la compagnia Verte Dance, una delle più divertenti formazioni di teatrodanza europee, con uno spaccato ironico e irriverente sulla danza contemporanea. “Un breve manuale per il pubblico ansioso. Alcune lezioni sulle specie in via di estinzione. Un documentario fisico sulla danza contemporanea.”

 

Il Giardino delle Esperidi Festival, giunto alla XIV edizione, è un progetto di Campsirago Residenza con il sostegno di MIBACT, Regione Lombardia, Fondazione Cariplo, Comuni di Colle Brianza, Ello, Galbiate, Olgiate Molgora. Ha il riconoscimento di Europe For Festivals, il patrocinio della Provincia di Lecco. Main sponsor è Acel Service, sponsor è Fassa Bortolo. Il festival è realizzato in collaborazione con Associazione ETRE, è convenzionato Arci. Media partner dell’edizione 2018 sono Radio Popolare, La Provincia di Lecco, Krapp’s Last Post, Stratagemmi Prospettive Teatrali e Altre Velocità. La direzione artistica a cura di Michele Losi.

 

Previous post

Arriva Don Chisciotte alla Scala di Milano

Next post

ProtoPinocchio