La Strada Festival

C.L.A.P.Spettacolodalvivo  presenta la XI edizione de La Strada Festival: la rassegna di circo contemporaneo, musica, teatro e danza urbana, organizzata da più di 10 anni da C.L.A.P.Spettacolodalvivo, ospita artisti da tutto il mondo nel centro storico di Brescia e in Castello durante il secondo e il terzo fine settimana di giugno. Per l’edizione 2018, presenterà 38 spettacoli di 23 compagnie provenienti da 10 diversi Paesi, in 6 giorni.

In programma, tre giorni di spettacoli non-stop dal pomeriggio alla tarda serata, da venerdì 8 a domenica 10 giugno, per le vie del centro. Nel fine settimana dal 15 al 17 giugno, artisti internazionali si esibiranno nella meravigliosa cornice del Castello.

La Strada Festival è un’iniziativa organizzata dal Circuito Ministeriale Multidisciplinare per la Lombardia, C.L.A.P.Spettacolodalvivo, in collaborazione con il Comune di Brescia.

La Strada presenta alcune rilevanti proposte di danza contemporanea, grazie ad alcuni focus.

Il primo è il Focus Young Mediterranean and Middle East Choreographers, frutto di una collaborazione interregionale tra diverse realtà con l’obiettivo di creare una tournée per alcuni coreografi provenienti dal Medio Oriente (come già avvenuto nel 2017). Il progetto è sostenuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e del Ministero degli Affari Esteri, in collaborazione con La Francia in Scena, stagione artistica dell’Institut français Italia, realizzata su iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, con il sostegno dell’Institut français, del Ministère de la Culture e della Fondazione Nuovi Mecenati.

La Strada ospiterà di nuovo il danzatore libanese Bassam Abou Diab – questa volta con As I remember, in Prima Nazionale l’ 8 giugno: un tuffo nei rituali della società libanese, in particolare della comunità drusa. Inoltre, per la prima volta, arriva a Brescia il 9 giugno  l’artista iraniano Sina Saberi (Prelude to Persian Mysteries) in Prima Regionale: uno studio su come potrebbe essere la danza persiana oggi, a 40 anni dalla Rivoluzione iraniana.

Il secondo focus sarà incentrato sulla danza come punto di partenza per una possibile comunicazione tra sordi e udenti (By the Hand, di Fattoria Cittadini il 9 giugno). La performance è l’esito del secondo anno del percorso laboratoriale “Comunic-Azione” curato da Cesare Benedetti e Pieradolfo Ciulli, danzatori professionisti e segnanti LIS che hanno creato una serie di workshop che utilizza esclusivamente il linguaggio coreografico per mettere in comunicazione sordi e udenti.

Nel terzo focus la compagnia milanese Fattoria Vittadini presenterà, ancora in Prima Nazionale il 10 giugno, Cedi la strada agli alberi, un site specific ideato appositamente per essere presentato nel contesto urbano, tra le bellezze naturali e architettoniche del nostro Paese. La pièce ha vinto il bando Danza Urbana XL 2017, l’azione è promossa dal network di operatori “Anticorpi XL”, composto da 35 operatori di 15 diverse regioni italiane.

Info: ww.claps.lombardia.it

Previous post

Il lago dei cigni del Royal Ballet

Next post

La Scuola di Ballo dell’Accademia Teatro alla Scala sul palcoscenico del Piermarini