MOLINARI ART CENTER TEATROLIBERO nuova immagine, nuovi progetti

MOLINARI ART CENTER TEATROLIBERO nuova immagine, nuovi progetti

Per il nuovo anno accademico il MOLINARI ART CENTER cambia immagine e presenta nuovi progetti: il sito web e il logo completamente rinnovati rappresentano una vera e propria “rivitalizzazione” con l’avvio e la concretizzazione di attività, eventi, spettacoli, collaborazioni. Ricco spazio polifunzionale dedicato alle arti, alla formazione e all’intrattenimento ma anche sede operativa di realtà prestigiose.Tanti adepti della danza e non solo hanno presenziato alla conferenza stampa indetta dal m° Giacomo Molinari lo scorso 20 novembre per la presentare di tutte queste novità e dei progetti 2017/2018 di Associazione Italiana Danzatori, Molinari Art Center e RadioDanza. Al tavolo della conferenza erano seduti i responsabili delle diverse iniziative del MAC a cominciare dal direttore Giacomo Molinari che dopo il suo iniziale intervento ha ceduto la parola a Enrico D’Amore, protagonista di importanti musical, che ha illustrato con l’ausilio di un video il suo progetto di Musical Power Camp. Anche il ballerino, coreografo José Perez, ha dato lustro del suo metodo con le pedane propriocettive HumanTecar, affiancato dal responsabile della nota azienda Mario Scerri e assistito da una giovane danzatrice. Tra il banco dei presenti era pure Kenneth Avery Clark direttore e cofondatore dell’American Musical Theatre Academy e il giovane coreografo Antonio Barone autore emergente che ci ha presentato i suoi ultimi lavori in collaborazione con Molinari. Sono intervenute inoltre, la direttrice del Teatro Cassia di Roma Maricò Pepi e la responsabile del progetto RadioDanza Floriana Valente insieme ai giovani ma già molto esperti speakers.

MOLINARI ART CENTER TEATROLIBERO Realtà romana per la danza italiana

Compagnia Nazionale del Balletto
Compagnia Nazionale del Balletto

MOLINARI ART CENTER TEATROLIBERO nasce per volontà del m° Giacomo Molinari nel 2009 quale continuazione dell’attività dell’Associazione Italiana Danzatori, che lui stesso ha fondato nel 1986. Nelle sale del MAC si svolgono le lezioni dei professionisti e i corsi professionali AID – MIBACT , le prove della Compagnia Nazionale del Balletto oltre ai consueti corsi accademici pomeridiani e alle lezioni di danza di ogni disciplina dedicate a giovani e giovanissimi aspiranti danzatori. Ben cinque sale di danza realizzate per ospitare al meglio chi studia danza ma non solo, poiché MAC ospita anche corsi professionali di musical e canto. Non è un caso che l’American Musical Theatre Academy, dopo le sue sedi di Londra e New York, abbia scelto MAC per i suoi corsi internazionali in lingua su Roma e che anche Enrico D’Amore, protagonista dei musical più seguiti, abbia fatto altrettanto scegliendo il Molinari Art Center per svolgere il suo originale progetto Musical Power Camp. Negli spazi MAC – in particolare all’interno dello STUDIO 5/TEATROLIBERO – si svolgono show case, casting e audizioni per prestigiose dance company internazionali come Joffrey Ballet che si è tenuta lo scorso 26 novembre o major cinematografiche nazionali e internazionali come Disney, Filmauro, Cattleya. Una sala che si trasforma in un originale spazio teatrale con una dotazione tecnologica avanzata sia per l’impianto audio che quello illuminotecnico e che soddisfa ogni tipo di richiesta per la realizzazione di spettacoli, eventi, video e videoclip di qualsiasi genere. Uno spazio come pochi nella capitale situato peraltro in una zona strategica e funzionale. In questo luogo dedicato alle arti performative RadioDanza (www.radiodanza.it) dal 2015 ha trovato il luogo ideale per i suoi studi. Da questa sede partono le trasmissioni dell’unico network radiofonico dedicato completamente alla danza. Una web radio pioniera del settore che gode all’interno del MAC di uno spazio ad hoc con una strumentazione tecnologica di ultima generazione. Attraversando il corridoio del Molinari Art Center è sorprendente osservare il lavoro appassionato degli speaker in cuffia che parlano della danza garantendo un’informazione h24 con musica, approfondimenti, notizie e interviste. 

MOLINARI ART CENTER dove la danza trova il suo spazio

Hiit Ballet ® di José Perez al MAC

Nasce da quest’anno una nuova importante collaborazione fra Molinari Art CenterHiit Ballet ® di José Perez, ballerino e coreografo assai noto in Italia, ideatore di questa innovativa metodica di allenamento con l’ausilio delle pedane propriocettive Human Tecar ® Mat per accelerare l’apprendimento, migliorare la performance del danzatore e prevenire gli infortuni derivanti dal lavoro svolto sul palcoscenico o nella scuola di danza. Da quest’anno il MAC è sede ufficiale in esclusiva per il centro Italia dei corsi di formazione di Hiit Ballet ® .

FESTIVAL CONTAMINAZIONI

In questa atmosfera, scandita dal suono del pianoforte e dal ritmo incessante di corpi in movimento, Molinari Art Center, in collaborazione con Associazione Italiana Danzatori, presenta il Festival CONTAMINAZIONI che si svolgerà in due sezioni: CASSIA CONTAMINAZIONI che vedrà una serie di appuntamenti in danza al Teatro Cassia di Roma e THE MOVEMENT, ospitato presso il TEATROLIBERO del MAC, con quattro aperitivi performativi quanto mai originali per una fusione fra arte culinaria e performance danzate. Ad accogliere il pubblico e gli allievi all’ingresso, il Molinari Art Cafè di Marco Molinari, appassionato di beverage and food: per una pausa fra una lezione e un’altra e uno scambio culturale, per discutere e chiacchierare, per sfogliare le riviste e i magazine di settore ma anche per scegliere gli spettacoli in cartellone delle rassegne e delle stagioni di danza e balletto consultabili sulle bacheche e i tavolini a disposizione di tutti.

CONTAMINAZIONI/ TEATRO CASSIA

Rinasce la kermesse dedicata alla danza d’autore grazie alla tenace perseveranza di Giacomo Molinari. CONTAMINAZIONI indossa un nuovo abito cucito su misura grazie alla collaborazione con il Teatro Cassia diretto da Maricò Pepi, il Molinari Art Center e RadioDanza, media partner della manifestazione. Il Festival focalizza la sua attenzione su ensemble emergenti, coreografi di talento e scuole di danza per creare una vera e propria vetrina sulla formazione, un dibattito sulla didattica ma allo stesso tempo per stimolare un territorio di confronto con la scena e fra gli stessi danzatori. Il programma si articola attraverso una serie di percorsi incrociati: spettacoli, performance, concorsi, incontri eclettici e insoliti con un cartellone che inizia sabato 25 novembre 2017 per concludersi domenica 6 maggio 2018: ben 6 mesi di appuntamenti fra prime assolute e nuove commissioni.

CASSIA CONTAMINAZIONI, un cartellone dedicato alla danza all’interno della stagione teatrale del Teatro Cassia. Il sipario del Cassia per la danza si è aperto sabato 25 novembre 2017 alle ore 20.30 su Operazione Vasco con le coreografie firmate da Antonio Barone per l’ Ensemble della Compagnia Nazionale del Balletto. Continuerà sabato 23 dicembre 2017 alle ore 18.00 con “Danza sotto l’albero” con coreografie assortite di autori vari che attraversano diversi stili coreografici.

Sabato 10 e domenica 11 marzo alle ore 18.00 prenderà il via il CONCORSO ROMADANZA, dedicato alle scuole di danza del territorio romano e laziale. L’AID e RadioDanza, in collaborazione con Teatro Cassia, presentano due giorni dedicati all’arte tersicorea in cui vivere un’esperienza indimenticabile per conoscere nuove realtà artistiche, condividere sogni e aspirazioni, idee e progetti e confrontarsi con i protagonisti nazionali ed internazionali della danza. Il concorso è suddiviso nelle sezioni Danza Classica, Modern, Jazz, Hip-hop, Contemporanea, Contaminazioni e vedrà le categorie passo a due e gruppi esibirsi di fronte alla giuria composta da personalità di spicco del settore. Per ciascuna delle due categorie sono previsti premi in denaro, con l’assegnazione di borse di studio per prestigiosi campus estivi e riconoscimenti in menzione speciale. In scena domenica 8 aprile alle ore 18.00 Carmen (un anno dopo), una prima assoluta su commissione dell’AID al coreografo Antonio Barone per Armònia dance company in co-produzione con la Compagnia Nazionale del Balletto. Questa volta ad essere protagonista è Don José recluso dopo l’omicidio di Carmen. In un momento tragico della nostra contemporaneità che riporta continui ed efferati casi di violenza sulle donne, Barone punta il dito sull’assassino, sulla vergogna, il pentimento, il dolore di un atto compiuto e irreparabile, la solitudine di un uomo che ripercorre in un lungo feedback il film del suo amore con Carmen. Poutpourri sarà il “salotto” della coreografia per autori emergenti ospitato al Cassia in due serate: sabato 5 maggio alle ore 20.30 e domenica 6 maggio alle ore 18.00.

THE MOVEMENT

Alla sua prima edizione THE MOVEMENT, rassegna organizzata dal MOLINARI ART CENTER, Ricerca, contaminazione, intrattenimento e divulgazione culturale sono gli ingredienti di questi appuntamenti originali e unici nel panorama capitolino, eventi che confluiranno all’interno del TEATROLIBERO del MAC. Le serate inizieranno con un aperitivo d’arte studiato per l’occasione dal MOLINARI ART CAFE’ che accoglierà il pubblico con drink, finger food e uno sfizioso buffet. Un “aperitivo performativo” unico nel suo genere: durante il buffet, il pubblico verrà infatti attratto da installazioni danzate, soprese di performing art e suggestivi quadri coreografici per essere poi trasferito nello spazio teatrale e assistere allo spettacolo in cartellone. Protagonisti della scena saranno i danzatori del Corso di Perfezionamento Professionale dell’Associazione Italiana Danzatori – MIBACT che si cimenteranno in prime assolute inedite, veri e propri “cammei” realizzati appositamente da giovani e promettenti coreografi della danza contemporanea: Dario Lupinacci (sabato 27 gennaio), Danilo Monardi (sabato 17 febbraio), Francesco Italiani (sabato 24 marzo), Francesca Mommo (sabato 14 aprile).Una sfida fra ricerca, sperimentazione, coreografia, teatro, musica: tra visioni creative, prospettive d’arte e tecnologie. RadioDanza, la prima e unica web-radio dedicata alla danza, sarà media partner della manifestazione con trasmissioni dedicate ricche di curiosità e interviste in diretta dai luoghi degli spettacoli. RadioDanza giocherà inoltre con i suoi “danzascoltatori” regalando ingressi gratuiti per le serate del Festival e i suoi aperitivi performativi.

MUSICAL POWER CAMP

In esclusiva a Roma presso il MOLINARI ART CENTER arriva MUSICAL POWER CAMP condotto da Enrico d’Amore. Un format innovativo di 8 mesi che abbina alla tecnica della voce e del canto un lavoro di coaching e di crescita personale: un training totale, dunque, che insieme alla vocalità educa l’interprete all’espressività corporea e timbrica e aiuta gli allievi a identificare i propri obiettivi e a vincere i propri timori. Il metodo Vocal Power arriva in Italia grazie a Enrico che lo ha appreso direttamente da Elisabeth Howard, insegnante di grandissima esperienza, fondatrice dell’omonima accademia e vocal coach di Sting, Lionel Ritchie e di numerosi artisti che hanno calcato i palcoscenici di Broadway. Enrico D’Amore , performer, cantante, attore e insegnante di canto moderno e musical, nasce a Brescia, ma si trasferisce giovanissimo a Roma dove comincia subito a lavorare in televisione e teatro prendendo parte ai colossali musical degli ultimi anni da Notre Dame de Paris a I Promessi Sposi da Romeo e Giulietta fino a Tosca Amore Disperato del maestro Lucio Dalla, che lo sceglie personalmente per essere Cavaradossi nella produzione di David Zard. Il Musical Power Camp prevede ben tre fasi di lavorazione sugli allievi e si avvale di collaborazioni prestigiose come quella del Maestro Fabrizio Angelini con oltre 30 anni di esperienza tra regia, danza, canto, recitazione e della ballerina Miriam Bonaccorso. 

Info: 347 4416482 / info@musicalpowercamp.com WWW.MUSICALPOWERCAMP.COM

American Musical Theatre Academy

Dopo Londra, New York e Belfast i corsi di Roma presso il MOLINARI ART CENTER. AMTA – American Musical Theatre Academy è un’accademia internazionale di Musical Theatre nata 8 anni fa, dove si impartiscono lezioni intensive e giornaliere di canto, danza e recitazione rigorosamente in lingua inglese.

I corsi AMTA, unici nel loro genere, vengono ospitati nelle sale del Molinari Art Center, centro di eccellenza della danza capitolina: “abbiamo scelto il Molinari Art Center…”– spiega Kenneth Avery Clark, direttore di AMTA – perché appena siamo arrivati a Roma abbiamo capito che solo uno spazio così attrezzato avrebbe potuto ospitarci. E così è stato”. La mission principale dell’AMTA è creare un luogo di formazione nel Musical per studenti italiani che non possono permettersi economicamente di studiare e vivere a Londra o New York, e ora per la prima volta in assoluto qualsiasi studente italiano che supera una prima selezione attitudinale può permettersi di studiare in Italia (a metà prezzo rispetto Londra) e con la stessa qualità dei corsi UK o USA. Tutti gli insegnanti di AMTA sono professionisti in attivo nell’industria del Musical Theatre provenienti dalla patria del Musical, ovvero West End (Londra) e Broadway (New York) e saranno ospitati a Roma presso il MAC in diversi momenti dell’anno accademico con delle attività formative dettagliate durante tutto l’anno. Inoltre molti degli insegnanti sostitutivi selezionati sui vari territori nazionali devono possedere un buon livello della lingua inglese e specifici requisiti in linea con parametri e standard internazionali. Creatori del progetto AMTA sono Kenneth Avery Clark e Christie Miller: Kenneth è direttore e co-fondatore, attore, cantante, musicista, direttore musicale, produttore con più di 35 anni di esperienza nel Musical Theatre nel West End di Londra e Broadway mentre Christie Miller è la co-fondatrice e responsabile del reparto operativo, nonché attrice e responsabile della sede a New York. L’obiettivo principale per gli studenti italiani è arrivare preparati all’incontro di fine anno davanti a un gruppo selezionato di agenti teatrali di Londra. AMTA prepara gli italiani per il mercato internazionale. Gli studenti italiani infatti, svolgono regolari lezioni in lingua inglese, su vari aspetti fondamentali per l’apprendimento della lingua. Oltre ai corsi Full Time attivi da ottobre a giugno, dal nuovo anno sono in partenza nuovi percorsi, ovvero il corso Part time con il profilo amatoriale per adulti e il corso Musical per Bambini con tre diverse fasce di età 5-8 anni, 9-12, e 13 -16 con approcci introduttivi nelle varie discipline anche per imparare l’inglese divertendosi.

Gli studenti AMTA vengono preparati con percorsi annuali o biennali per entrare con determinazione in un mercato professionale internazionale.

PRODUZIONE- TUTELA- INFORMAZIONE- DIVULGAZIONE- EDUCAZIONE- FORMAZIONE. Sono questi i “verbi fondamenta” del manifesto dell’AID l’Associazione Italiana Danzatori di Giacomo Molinari direttore del Molinari Art Center di Roma.

Lezione professionisti presso il Molinari Art Center
Lezione professionisti presso il Molinari Art Center

L’ Associazione Italiana Danzatori – AID nasce nel 1986 grazie alla volontà di Giacomo Molinari ed è tutt’ oggi l’unica associazione nazionale rivolta a tutti gli operatori del settore danza. Essa offre numerosi servizi diventati ormai indispensabili per l’orientamento nel mondo della formazione e della produzione culturale. Associarsi all’ AID vuol dire entrare a far parte di un circuito nazionale che tutela i suoi soci sotto molteplici aspetti. L’ obbiettivo primario dell’AID è quello di garantire una valida consulenza per chi si associa ma anche di contribuire alla formazione dei talenti della danza italiani e stranieri che possono trovare sbocchi professionali importanti. In questa prospettiva con un alto profilo l’AID organizza un piano di studi articolato tra discipline pratiche, teoriche e multimediali:

– corsi di formazione dai 13 ai 18 anni,

– corsi di qualificazione professionale per danzatori e/o formazione aggiornamento insegnanti (dai 18 anni)

– corsi di perfezionamento e avviamento professionale (alta formazione con accesso dai 18 ai 25).

L’ AID, inoltre, finanzia interamente Borse di Studio per gli allievi italiani e stranieri concesse senza alcun contributo da parte degli allievi o degli enti Stato e Regioni.

L’ AID è un punto di riferimento per tutti coloro che operano nel settore danza e dello spettacolo con realtà e personaggi che condividono lo stesso percorso con tutte le problematicità e le criticità tipiche del settore. E’ anche per questo che L’AID è da sempre impegnata nella stesura di nuove leggi e norme regionali e nazionali mirate a regolare la formazione e la professione del danzatore italiano.

Per diventare socio AID essere maggiorenni e versare una quota annuale di 100,00 per gli Enti e di 50,00 per i singoli che da subito diritto alla tessera associativa e al certificato di adesione e soprattutto a tutti i vantaggi e benefici dedicati a seconda della categoria di appartenenza al momento dell’iscrizione.

MOLINARI ART CENTER – Via Antonino Lo Surdo, 51 – Roma

tel. +39 06 5574685  www.molinariartcenter.it 

Previous post

Masterclass mensile metodo Feldenkrais a CosiArte

Next post

I Due nuovi bandi internazionali per coreografi e danzatori alla Biennale di Venezia

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *