Login   |   Registrati
Indietro

Symphony of Psalms, balletto sinfonico

Accadde oggi
Quando
24/11/2019
Genere
Accadde oggi
Ricordiamo oggi la prima rappresentazione di Symphony of Psalms di Jirí Kylián, del 24 novembre del 1978 al Circustheater di Scheveningen (Olanda), su musiche di Igor Stravinskij con le scene di William Kats e i costumi di Joop Stokvis. 

Il coreografo praghese, era appena diventato direttore del Nederlands Dans Theater quando creò il balletto il cui immediato successo fu il passo definitivo che lo consacrò a indiscusso “pezzo chiave” della danza contemporanea internazionale. Per il Nederlands Dans Theater Kylián aveva già realizzato Viewers, Stoolgame e La Cathédrale Engloutie, diventando in seguito direttore artistico della compagnia nel 1975. Sarà poi con Sinfonietta, balletto creato nello stesso anno di Symphony of Psalms, che farà del Nederlands Dans Theatre tra i più accreditati luoghi proliferazione della danza contemporanea mondiale. Symphony of Psalms è un inno alla preghiera contro le difficoltà e i dolori terreni attraverso un linguaggio coreografico in cui il rigore della tecnica accademica si fa anche rigore religioso. Nel balletto senza trama, otto danzatori e otto danzatrici si muovono per circa 20 minuti all’interno di un quadrato su cui sono disposte rigorosamente in linea otto sedie. Sul fondo della scena, come voler formare un grosso quadro, sono stesi enormi tappeti orientali, un richiamano agli interni delle chiesa ortodosse della Russi di Stravinskij. In una danza per molti punti dettata dal canone coreografico, essi si spostano da lato all’altro della scena come spinti da un vento che a volte li riunisce in gruppi di sole donne o solo uomini, altre volte li accoppia facendoli danzare tutti insieme.
Tutto sembra mosso dall’alto, come una sacra forza invisibile che muove i danzatori sospendendoli in alcuni momenti in un’immobilità religiosa dal rigore altamente tecnico. Sinfonia di Salmi, la partitura per coro di voci miste e orchestra, fu composta da Stravinskij nel 1930 su commissione della Boston Symphony. Preludio, Doppia Fuga e Allegro sinfonico sono i tre movimenti ai quali il compositore affianca i versetti recitati in latino 13 e 14 del Salmo 38, i versetti 2, 3 e 4 del Salmo 39 e l’intero Salmo 150, tratti dalla Vulgata tradotta da San Girolamo.
Il balletto aderisce pienamente alla parte musicale prediligendo dei versi il Salmo 150: “Loda il Signore con la danza”.
Il balletto ha conosciuto anche una prima italiana milanese, in scena all’Arcimboldi nel 2005 con i ballerini della Scala accanto ad altri due coreografie di illustri maestri: Theme e Variations di Balancine e Le Sacre du printemps di Bejart.
Pur appartenendo al primo periodo creativo del suo autore, Symphony of Psalms composta per la NDT 1 (la NDT2 è la compagnia junior e la NDT3 per gli over 40) rimane tutt’ oggi un pezzo esemplare della Nederlands Dans Theater per i danzatori e i coreografi di nuova generazione.
Fabiola Pasqualitto