Pa|Ethos

Coreografia Sang Jijia
Compositore Dickson Dee
live video artists Luca Brinchi e Roberta Zanardo /Santasangre
Disegno luci Marco Policastro
Costumi Giuseppina Maurizi
Assistenti alla coreografia Yanan Yu, Adriana De Santis

Pa|Ethos si compone di due termini, Pathos e Ethos, che rappresentano concetti fondamentali della Retorica di Aristotele. Il coreografo Sang Jijia ha voluto utilizzarli per esprimere due diversi approcci al tema del discorso: Ethos sottolinea la precisione, Pathos evoca la passione e il sentimento.

L’opera si ispira all’arte plastica italiana di epoca classica e si compone di due parti. La prima indaga l’aspetto connesso alle regole della vita sociale, nella quale i rapporti interpersonali sono rigidamente cadenzati. Ogni movimento nello spazio è perfettamente misurato e attentamente eseguito. Nella seconda, le emozioni vengono trasferite nella fisicità dei danzatori, i quali, portando all’estremo limite l’azione scenica, arrivano alla totale trasparenza del corpo sotto il quale si rivela l’anima nella sua integrità.

La poetica del coreografo di origine tibetana Sang Jijia poggia sulle profondità del pensiero orientale, e si arricchisce delle esperienze più alte della ricerca europea nella danza e nel teatro contemporaneo. Un incontro preciso e originale tra il rigore e l’espressività che diventano gli ingredienti dai quali nasce Pa|Ethos.

Lo spettacolo, che ha debuttato a Fabbrica Europa 2015, viene ora riproposto in una nuova versione interpretata dai danzatori della compagnia Spellbound Contemporary Ballet e vede la collaborazione del compositore elettronico Dickson Dee e dei video artist Luca Brinchi e Roberta Zanardo / santasangre.

 

16 maggio Teatro Verdi, Padova

1 settembre Teatro Melotti, Rovereto

Per informazioni e contatti: info@spellboundance.com

Previous post

La nuova creazione Come le Ali (2° meditazione su Caino e Abele) di Roberto Zappalà in prima assoluta a Viagrande Studios

Next post

Premio Benois de la Danse 2018