Pierrot Danza

Il ricordo di Pierrot Lunaire si fa spettacolo nella due-giorni al Teatro Orione di Roma i prossimi sabato 7 e domenica 8 aprile con la direzione artistica di Alessandra Micarelli. Lei stessa scrittrice, ha voluto ricordare il personaggio lunare di suo pugno così: l’idea del Pierrot é una figura romantica che mi è sempre piaciuta, così come il suo irraggiungibile amore. Sulla figura della luna ho creato il logo dell’evento, dove la sagoma di una ballerina ne segue le linee. La sigla di apertura del concorso viene ogni anno danzata da giovani ballerini esterni al concorso, o compagnie di danza ospiti, a cui chiedo loro di dedicare la coreografia al Pierrot Lunaire, oppure un solista mimo/danzatore vestito da Pierrot, con la stessa musica ogni anno. Il colore del Concorso è il blu, come le notti di luna.

E da quella prima volta, sono passate dodici notti lunari con Pierrot a braccetto con Tersicore in un sodalizio immaginifico tra la danza ed il sogno. Con un concorso che apre i battenti della formazione a tutti i costi per ragazze e ragazzi sempre più impegnati a migliorarsi su palcoscenici e sale credibili. Basti pensare ai riconoscimenti in palio in questa dodicesima edizione: l’accesso alla Scuola del Balletto di Toscana diretto da Cristina Bozzolini attraverso borse di studio presso uno degli Enti di Alta Formazione Professionale più importanti in Italia. E poi ancora altre borse di studio presso il Corso di Adeguamento Professionale di Danza della “Teatro Golden Academy” tenuto da Gianni Rosaci. Ed infine numerose borse di studio in palio per il “Forum Danza” 2018 in scena dall’8 al 15 luglio a Palinuro diretto da Alessandra Capozzi, con esponenti delle maggiori Accademie internazionali di Vienna, Roma e del Teatro Bolshoi di Mosca.

Ma è ancora una volta la stessa direttrice artistica che ci invita nei meandri del suo “Pierrot Danza”, cominciando a ricordare i nomi della commissione scelta per quest’anno. Insistendo nel solco della continuità, affidandosi a personaggi del panorama tersicoreo particolarmente attento alla formazione in prospettiva: anche in questa edizione ho voluto al mio fianco Gloria Bandinelli (Accademia Nazionale di Danza di Roma e Scuola di Ballo del Teatro Alla Scala di Milano) a presiedere la commissione, accompagnata da Elena Viti nella sezione Propedeutica e Predanza (Accademia Nazionale di Danza di Roma), con Daša Grgič nella sezione di Danza contemporanea (tecnica Nikolais – NLTTCP e laboratorio Carolyn Carlson), la new entry Valerio Longo nella sezione Modern (Aterballetto) ed infine Francesca Corazzo nella sezione Classica (Accademia Nazionale di Danza di Roma ed Accademia Nazionale di Pechino). E poi mi piace ricordare che il vincitore assoluto sarà premiato anche con un dossier giornalistico interamente dedicato, concentrandosi sulla coreografia o sulla storia artistica del gruppo e o del singolo. Un valore aggiunto che vogliamo omaggiare all’emozione più forte del nostro “Pierrot Danza” di questo 2018. Per entrare nel merito dei dettagli e delle procedure per essere protagonisti al fianco di Pierrot Lunaire sarà sufficiente visitare il sito www.concorsopierrotdanza.com e scrivere all’indirizzo mail info@concorsopierrotdanza.com per entrare nel magico mondo di Pierrot! Dal quale si potrà essere ancora più protagonisti con uno strascico artistico riservato ai migliori talenti del concorso con la partecipazione all’ottava edizione del gala “Pierrot Danza”, in scena all’Anfiteatro Romano Fausto di Terni. In quell’occasione estiva saranno ammessi i vincitori di tutte le categorie per l’ennesima serata di danza di qualità che solo la lunare storia di Pierrot ha sempre saputo garantire e come nelle corde e nella penna di Alessandra Micarelli per il dodicesimo anno di danza lunare.  

Previous post

Bolero e Trip-Tic al Teatro Vascello

Next post

Promozione speciale Romanzo d'infanzia al Quarticciolo