Pompeii Theatrum Mundi 2018

Forte del successo di pubblico riscosso alla prima edizione, al via il prossimo 21 giugno fino al 21 luglio, al Teatro Grande di Pompei, la seconda edizione della rassegna del Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale e Parco Archeologico di Pompei: POMPEII THEATRUM MUNDI.
Un progetto quadriennale immaginato per il Teatro Grande del più imponente sito archeologico del mondo qual è Pompei, che si inserisce nel più vasto programma di promozione del Parco Archeologico campano.
Secondo un articolato calendario sul palcoscenico del Teatro del II sec. a.C., andrà in scena il nuovo ciclo di testi classici con quattro grandi opere – tre delle quali in prima assoluta – proposte al pubblico nell’affascinante atmosfera degli Scavi.
Nel progetto immaginato dal direttore artistico Luca De Fusco per Pompei trova spazio anche la grande danza contemporanea. Il 12, 13 e 14 luglio, in prima assoluta, i coreografi Emio Grego e Pieter C. Scholten del Ballet National de Marseille (Francia) presentano lo spettacolo Non solo Medea, tratto da Euripide, Sofocle e altri autori greci, su produzione del Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale e Ballet National de Marseille in coproduzione con International Dance Festival I Vaison Danses. «Una tragedia dei nostri giorni ambientata tra le rovine della città distrutta di Pompei. La Vecchia Europa sta implodendo. Noi camminiamo sui suoi resti polverizzati alla ricerca di luoghi dove il nuovo genere umano possa risorgere dalle sue ceneri».
Info: www. teatrostabilenapoli.it

Previous post

Nuovi solisti al Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma

Next post

Harlequinade all'American Ballet Theatre