R. OSA_10 esercizi per nuovi virtuosismi

Un invito a osare, a danzare, a piacersi, senza quella pesantezza culturale che imprigiona le forme in un modello; osare nel guardare il reale, cioè un artista che si esprime in tutto il suo talento.

Silvia Gribaudi torna a lavorare sul corpo di una donna e sul ruolo che occupa nella società, e lo fa per la prima volta esclusivamente da regista e coreografa, guidando l’attrice e performer Claudia Marsicano, finalista Premio UBU 2016 come nuova attrice under 35.

Un gioco, che con dissacrante umorismo, tipico delle creazioni di Gribaudi, riesce a porre a proprio agio lo spettatore, che diviene lui stesso parte dell’azione performativa, per condurlo infine a vedere la realtà con occhi diversi.

Un one-woman-show che vede al centro la debordante fisicità di Claudia Marsicano che sfidando la forza di gravità ci insegna la leggerezza e il diritto alla libertà.In R.OSA è in atto una rivoluzione del corpo, che si ribella alla gravità e mostra la sua lievità: una ricerca del “non limite”, come afferma la coreografa, per scoprire come l’arte «possa creare bellezza, che nasce da un movimento senza limiti.

È nei luoghi nascosti del corpo, che per pregiudizio e usanza comune riteniamo brutti e inadatti, che Gribaudi riesce a trovare l’armonia e la libertà del movimento, per scovare nuove forme di virtuosismo oltre a quelle conosciute.

Prossimi appuntamenti:

3, 4, 5 novembre, Milano, Teatro Leonardo (MTM)
15 novembre, Porcari ALDES
6 dicembre, Padova, Teatro Verdi -Ridotto- Finale Premio Rete Critica

2018

12 gennaio, Taranto
13 gennaio, Kismet, Bari
4 febbraio pomeridiana Foligno
5 febbraio matinée Foligno
9 febbraio, Asti
10 febbraio, Ceva
24 febbraio, Bolzano
3 marzo, Antella
9 marzo, Novafeltria
10 marzo, Pieve di Cento (BO)  Teatro comunale Alice Zeppilli
18 marzo, Arezzo, Invito di Sosta
24 marzo, Belgrado
13 aprile, Gorizia
26 maggio, Belluno

Previous post

Lo Schiaccianoci di Natiscalzi DT

Next post

Osservatorio Màntica

No Comment

Leave a reply