Ultimi giorni per it’s a little bit messy

Due mesi intensi quelli appena trascorsi: ottobre ha visto la compagnia impegnata prima al Festival MilanOltre che le ha dedicato un Focus, con To This Purpose Only di Matanicola, Salvaje di Daniel Abreu e MyTrueSelf.revisited di Maya Weinberg, e poi al Festival Lecite/Visioni, prima volta per una compagnia di danza, lo scorso 26 ottobre; in novembre è stata la volta del Teatro Franco Parenti che, nell’ambito di NEXT, ha ospitato Vanitas di Francesca Penzo e Jacques-André Dupont, una co-produzione di Fattoria Vittadini e il CID di Rovereto / Festival Oriente Occidente.

Il mese di dicembre segna ora la chiusura del progetto.

Il 14 a Teatro i è in scena la prima assoluta di Bastarda di Noemi Bresciani, Desirèe Sacchiero, Irene Petra Zani (Fragile Artists), una riflessione sulla nostra identità, sulle nostre origini e sulle nostre radici.

Il 15 allo Spazio Oberdan la proiezione del film Tutto parla di te di Alina Marazzi, che valse alla regista il premio Golden Camera al Festival di Roma 2012 come regista emergente e che vede protagonisti i danzatori di Fattoria Vittadini accanto a Charlotte Rampling e Elena Radonicich.

Il cerchio si chiude il 16 nel luogo che ha aperto la rassegna a settembre, Zona K, con la presentazione di Eutropia, primo progetto coreografico di MariaGiulia Serantoni, sul senso di città ideale, supportato da LaborGras Berlino (Renate Graziadei e Arthur Stäldi) e la presentazione di altri due progetti in progress della compagnia: Vanitas di Francesca Penzo e Gong di e con Alex McCabe e Riccardo Olivier.

 

INFORMAZIONI

Teatro i, via Gaudenzio Ferrari 11 Milano
Info e biglietteria: tel. 02 8323156, biglietteria@teatroi.org Ingresso 12/18

Spazio Oberdan, viale Vittorio Veneto 2 Milano
Informazioni: tel. 02 83982421 Ingresso libero 

ZONA K, via Spalato 11 Milano
Info e biglietteria: tel. 02 97378443, biglietti@zonak.it – www.zonak.it  Ingresso 10

Fattoria Vittadini tel. +39 342 9459493, – www.fattoriavittadini.it

 

Previous post

Un nuovo Schiaccianoci per il Balletto di Roma firmato Massimiliano Volpini

Next post

Romeo e Giulietta 1.1 (la sfocatura dei corpi)

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *